martedì 30 dicembre 2008

SILENZIO!




In un mondo che corre e grida sempre più; in questi giorni, soprattutto, sono sensibile alle grida delle persone e così son diventato fan di un aforisma sul silenzio:

FAI IN MODO CHE IL TUO DISCORSO SIA MIGLIORE DEL TUO SILENZIO...O TACI!

lunedì 29 dicembre 2008

UN RESPIRO LENTO CALMA LA MENTE



Pranayama
È la scienza yogica del respiro, la tecnica che porta a una migliore ossigenazione, a controllare l'energia vitale e la mente. "Una delle pratiche fondamentali del pranayama dello yoga è il respiro lento che ha effetti molto positivi sugli scambi respiratori: costringe ad aumentarne la profondità, consente di utilizzare poca energia, ottenendo scambi gassosi importanti", spiega Luciano Bernardi, professore di Medicina interna al Policlinico universitario San Matteo di Pavia che da anni studia e sperimenta il pranayama. "Il respiro lento mette in moto tutta la muscolatura, compreso il diaframma". Provate questi esercizi in qualsiasi momento della giornata. La respirazione addominale può essere utile anche prima di addormentarsi per favorire un buon sonno.

Respirazione addominale
Scegliete una posizione comoda che vi faccia mantenere la schiena dritta ma non rigida. Sdraiati, supini o seduti, appoggiate le mani sull'addome all'altezza dell'ombelico. Chiudete gli occhi e cominciate a respirare "contro le mani". Inspirando, gonfiate l'addome ed espirando, sentite che la pancia si sgonfia e che le mani rientrano insieme alla parete addominale. Continuate senza forzare per almeno un minuto.
fonte:meditare.net

giovedì 25 dicembre 2008

AUGURI DI BUON NATALE




Tanti auguri di un sereno natale a tutti!!!!!

venerdì 19 dicembre 2008

IMPARIAMO A GODERCI LA VITA



14 comandalenti, per trovare la velocità giusta nella vita

1) Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.
2) Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.
3) Se entrate in un bar per un caffè:ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell'uscita(questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in
ascensore)
4) Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara...
5) Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer...se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.
6) Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall'altra parte della città
7) Non riempire l'agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.
8) Non correte per forza a fare la spesa, senz'altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.
9) Anche se potrebbe costare un po' di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.
10) Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.
11) La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.
12) Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.
13) Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.
14)Smettiamo di continuare a ripetere:"non ho tempo". Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.
fonte:vivereconlentezza.it

lunedì 15 dicembre 2008

LE UOVA NON SONO TUTTE UGUALI



Un codice alfa numerico (stampato sull’uovo) identifica, per legge, ogni uovo:
il primo numero indica la tipologia di allevamento
0 = biologico: spazio di almeno 2,5 m. quadrati per gallina su terreno all'aperto con vegetazione, massimo di 12 galline per metro quadrato al coperto, presenza di nidi per deporre le uova, trespoli, lettiere per bagni di terra, alimenti biologici, NON SI ADDIZIONANO ANTIBIOTICI né altri farmaci al cibo a scopo profilattico.

1 = all'aperto: accesso quotidiano all'aperto, presenza di vegetazione, spazio di almeno 2,5 m quadrati per gallina, presenza di nidi, trespoli, lettiere, un massimo di 12 galline per m quadrato. NON SI ADDIZIONANO ANTIBIOTICI né altri farmaci al cibo a scopi profilattici.

2 = a terra (7-12 galline per 1 metro quadrato su terreno COPERTO di PAGLIA O SABBIA) -capannoni privi di accesso all'esterno, con nidi trespoli e lettiere - USO ABITUALE DI ANTIBIOTICI che viene aggiunto al cibo a scopo profilattico.

3 = IN GABBIA (25 GALLINE PER 1 METRO QUADRATO IN POSATOI CHE OFFRONO 15 CM. PER GALLINA) -UNA SCATOLA DI SCARPE PER TUTTA LA "VITA"!-, USO MASSIVO DI ANTIBIOTICI, aggiunti al cibo a scopo preventivo (il sovraffollamento è responsabile del diffondersi di infezioni), TAGLIO DEL BECCO per evitare gli atti di cannibalismo, impossibilità totale di esprimere comportamenti naturali, luce artificiale forzata.

Le seconde due lettere impresse sull'uovo indicano invece il paese di provenienza o codice dello stato ("IT" = Italia).
Le tre cifre successive indicano il codice ISTAT del comune dove è ubicato l'allevamento e le due lettere vicine la provincia di produzione.
Un numero progressivo di tre cifre consente di identificare in modo univoco l'allevamento di provenienza in cui la gallina ha deposto l'uovo.
Le immagini e le scritte presenti sulla confezione servono unicamente ad invogliare all'acquisto (galline ruspanti, fattorie, ecc.) e non dicono assolutamente nulla sulla natura delle uova, quindi non fatevi influenzare dall'apparenza: l'unico modo per sapere ciò che si acquista, almeno per ora, è controllare il codice stampato su ll'uovo!
Uova ottenute da galline che hanno sofferto tutta la vita fino ad impazzire, sfruttate oltre ogni limite, alimentate con mangimi industriali addizionati di antibiotici ed altri farmaci:
1- Vanno contro ogni forma di rispetto ed etica, nonché violano i principi fondamentali della "Dichiarazione universale dei diritti dell'animale".
2- Non è ancora stato dimostrato che nutrirsi di simili alimenti (contenenti a volte residui di farmaci e derivati da animali fortemente stressati) non sia dannoso per la salute umana a lungo termine.
fonte:biologiascienzadellavita

venerdì 5 dicembre 2008

IL POTERE DELLA MEDITAZIONE



La meditazione calma la mente e conferisce pieni poteri all'intelletto, affinché raggiunga la percezione e la comprensione delle leggi e dei principi spirituali che portano armonia e rinnovamento.


La meditazione è un riconoscimento del divino che c'è all'interno di ciascuno di noi. Meditare significa fare uno sforzo cosciente per controllare e dirigere il processo del pensiero. I pensieri sono cose così delicate e tuttavia la loro qualità influenza l'intera natura delle nostre vite. La meditazione è un tappeto magico con cui possiamo viaggiare attraverso i paesaggi del nostro mondo interiore e scoprire le meraviglie del nostro Sé elevato. Ci porta al di là della maschera.

La meditazione non è solo pensare; è contemplazione volutamente diretta verso un obiettivo di valore. Nella meditazione, la consapevolezza e i sentimenti sono fattori altrettanto significativi che danno forma all'esperienza. Praticata con conoscenza e comprensione, la meditazione porta alla realizzazione di verità eterne. Una delle prime esperienze è la pace della mente. Quando la mente è sotto controllo i pensieri sprecati, che utilizzano più dell'80% della nostra energia mentale, sono eliminati. E a mano a mano che aumentano la chiarezza e il potere mentale, emergono abilità come la creatività, la concentrazione e buona capacità di giudizio.

La realizzazione dei nostri poteri calma ulteriormente la mente e instilla fiducia nel processo. Continuiamo a innaffiare i fiori delle nostre virtù prestando loro attenzione. Diamo spazio alle qualità che desideriamo sviluppare in modo da farle fiorire con gioia ed entusiasmo per portare pace e supporto nelle vite di coloro con cui entriamo in contatto.

giovedì 4 dicembre 2008

venerdì 28 novembre 2008

WALDEN



Walden, ovvero La vita nei boschi è il resoconto dell'avventura dell'autore, Henry David Thoreau, che dedicò ben due anni (1845-1847) della propria vita nel cercare un rapporto intimo con la natura e insieme ritrovare sé stesso in una società che non rappresentava ai suoi occhi i veri valori da seguire, ma solo l'utile mercantile.

Il suo è stato un esperimento, il suo obiettivo era quello di voler cercare la conciliazione dell'artista nel mondo naturale grazie all'ottimismo del vedere l'uomo come artefice del proprio destino e come essere dipendente da sensazioni ed emozioni.

Il libro fu scritto quasi interamente durante il soggiorno di Thoreau in una capanna, costruita in gran parte da solo, sulle sponde del lago Walden che si trova vicino alla cittadina di Concord (Massachusetts), USA.

Durante il suo soggiorno Thoreau descrive la propria vita, soprattutto negli ambiti naturalistici, soffermandosi su una descrizione dettagliata del lago e della zona in cui soggiornava, caratterizzata dalla presenza di numerosi laghi di media e piccola dimensione. Walden fu per Thoreau il libro di maggior successo, il testo fu riscritto ben sette volte prima della pubblicazione avvenuta nel 1854.

La sua è stata una prova di sopravvivenza ed insieme una testimonianza all'umanità: l'uomo riesce a vivere anche in condizioni di povertà materiale, e anzi, da queste può trarre una maggior felicità imparando ad apprezzare maggiormente le piccole cose.
fonte:wikipedia

martedì 25 novembre 2008

LA STORIA DI TIZIANO TERZANI ( 1 DI 6 PARTI)

TIZIANO TERZANI UNO DEI PIU' GRANDI PERSONAGGI CHE HA AVUTO LA STORIA DELL'UMANITA'

giovedì 20 novembre 2008

FABRI FIBRA Ft NANNINI: IN ITALIA...

Premetto che quello di fabri fibra non è uno dei miei stili preferiti ma devo ammettere che nel testo di questa canzone come nel video c'è un'intelligenza profonda senza ipocrisia che descrive con un perfetto riassunto il nostro paese....il paese delle mezze verità...

venerdì 14 novembre 2008

UN DONO



Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo.

di Mahatma Gandhi

lunedì 10 novembre 2008

mercoledì 5 novembre 2008

PER UN BLOG INTERNAZIONALE...



Da oggi, il
"BLOG DI STEFANO AMATO"
diventa internazionale, nel senso che anche gli amici che non conoscono l'italiano possono, cliccando sulla bandiera di appartenenza, leggere il mio blog nella propria lingua madre.
Ciao a tutti!!!

martedì 4 novembre 2008

13.000 VISITE SUPERATE!!!!



Grazie a tutti voi, amici del mio blog, che avete contribuito a raggiungere questo inimmaginabile risultato.
Questo "diario virtuale" conta più di 13.000 vostre visite in poco più di un anno!!!!
GRAZIE ANCORA E VI ASPETTO....SEMPRE QUI!!!!! ON-LINE!!!!

lunedì 3 novembre 2008

UN SENSO...VASCO

Vorrei trovare un senso a tante cose, veramente, ma piu ci penso piu penso che un senso dovremmo trovarlo proprio tutti....

sabato 25 ottobre 2008

DRAMMA NEL MONDO DEL TENNIS: E' MORTO FEDERICO LUZZI



Shock nel mondo del tennis: è morto improvvisamente Federico Luzzi. Nato il 3 gennaio di 28 anni ad Arezzo, il giocatore è stato stroncato in pochi giorni da una forma fulminante di leucemia.

Luzzi, impegnato fino a domenica nel campionato italiano di Serie A, si era sentito male e si era ritirato dopo aver giocato un solo punto. Nei giorni seguenti Federico aveva avuto febbre alta e giovedì gli era stata diagnosticata una broncopolmonite. Dopo un ricovero in ospedale per esami più approfonditi, si era scoperto che il tennista era stato colpito da un forma fulminante di leucemia che ieri lo aveva condotto al coma e oggi all’improvvisa morte.
fonte:sport.alice

E' DA UN PO' CHE QUESTO BLOG PARLA DEL SENSO DELLA VITA: I PIU' ATTENTI AVRANNO NOTATO CHE QUESTO SITO AFFRONTA QUESTO ARGOMENTO COSI' DELICATO, IMPORTANTE E PROFONDO DA QUANDO, NELL'ESTATE DEL 2007, HO AVUTO UNA BRUTTA MALATTIA, PER FORTUNA SUPERATA NEL MIGLIORE DEI MODI.
NONOSTANTE CIO', E' SEMPRE DIFFICILE ACCETTARE SIMILI NOTIZIE COME QUESTA DEL GIOVANE TENNISTA STRONCATO PER UNA MALATTIA FULMINANTE.
BISOGNA IMPARARE CHE ACCANTO AL PIACERE ESISTE LA SOFFERENZA, MA E' DA QUEST'ULTIMA CHE CAPISCI L'IMPORTANZA DEI LEGAMI SENTIMENTALI: LA DIMOSTRAZIONE D'AFFETTO NEL MOMENTO DI BISOGNO DI UNA PERSONA E' UNA DELLE COSE BASILARI E PIU' IMPORTANTI PER LA VITA DI UN UOMO.

COLGO L'OCCASIONE PER RINGRAZIARE NUOVAMENTE GLI AMICI E I PARENTI CHE MI SONO STATI VICINI NEL MIO MOMENTO DEL BISOGNO.
MA RINGRAZIO SOPRATTUTTO CHI, QUOTIDIANAMENTE, CERCAVA DI RIDARMI LA FORZA DI REAGIRE PER RITROVARE FIDUCIA IN QUELLA VITA CHE, A TRADIMENTO, SEMBRAVA VOLESSE METTERMI ALLA PROVA.
LA MIA "PROVA" L'HO SUPERATA CON SUCCESSO: LA VITA E' MERAVIGLIOSA ANCHE PER QUESTO.

giovedì 16 ottobre 2008

IMMAGINI AMBIGUE



Quando osserviamo un oggetto, esiste una corrispondenza tra ciò che vediamo (con i nostri occhi) e l’oggetto reale.
Esistono però particolari figure, immagini e situazioni capaci di disorientare il nostro sistema percettivo al punto da indurlo in errore, portandolo a vedere qualcosa che nella realtà non esiste o a commettere errori di valutazione delle dimensioni, del parallelismo delle linee ecc.

Le figure ambigue o ambivalenti corrispondono a quelle immagini che possono essere lette in modi contraddittori dal nostro sistema percettivo. Questo, non essendo in grado di scegliere la soluzione corretta -soluzione che non esiste- continua a passare da una ipotesi all’altra.

Fra le immagini ambigue, questa è sicuramente la più nota: un disegno ideato dal caricaturista W. H. Hill e pubblicata nel 1915. Si intitola "Mia moglie e mia suocera".

Gran parte delle persone vedano inizialmente la giovane e bella moglie di Hill. Ma... guardatela bene e cercate il mento e la bocca della suocera rispettivamente alla base del collo e nel nastrino che lo cinge...

Se nemmeno un’immagine che ha una sua oggettività è interpretabile in modo univoco, pensiamo a cosa è la PAROLA!

La lingua sami o lappone ha quaranta parole differenti per la neve, e nessuna per la guerra...

Questione di sfumature?

fonte:lamenteeilvuoto

martedì 14 ottobre 2008

GOMORRA DI SAVIANO ROBERTO

Solidarietà a Roberto Saviano in questo giorno di brutte notizie per lui....
Onore a lui che si è messo contro l'immondizia , la parte sporca di questo nostro piccolo paese.......gli "uomini" del niente....gli uomini del malaffare....

ANEDDOTO



Questa è una storia vera, ovvero la ricostruzione di un fatto accaduto realmente presso un noto servizio di help desk d'oltreoceano. Riportiamo la traduzione del dialogo tra il cliente chiamante e l'operatore del Call Center.




"Pronto, sono Mario Rossi di Computer Assistance, posso esserle utile?
"Si, ho alcune difficoltà con WordPerfect".
"Quale tipo di problema?"
"Ebbene, stavo scrivendo e all'improvviso le parole sono sparite".
"Sono sparite?"
"Sono sparite"
"Hmmm. Che cosa vede al video ora?"
"Nulla"
"Nulla"
"E' bianco, quando scrivo non accetta nulla"
"Ma è ancora nel programma di WordPerfect o è uscito?"
"Come posso saperlo?"
"Può vedere la C: prompt sullo schermo?"
"Che cosa è la C-prompt?"
"Non importa.... Può scorrere il cursore sullo schermo?"
"Non c'è nessun cursore, le ho già detto che sullo schermo non appare ciò che io scrivo".
"Il suo monitor ha l'indicatore di alimentazione della corrente?"
"Che cosa è il monitor?"
"E' quello che sembra ad un televisore ed ha una piccola luce che avverte quando è acceso"
"Non lo so"
"Per favore, guardi dietro il video e cerchi di trovare dove il filo della corrente è allacciato. Può vederlo?"
"Penso di si".
"Segua il filo fino alla presa, e mi dica se la spina è inserita".
"Si, è così"
"Quando era dietro il video, ha notato che c'erano due cavi inseriti dietro, non solo uno?
"No"
"Ci sono, ho bisogno che Lei riguardi dietro, e trovi l'altro cavo"
".....Va bene, c'è"
"Lo segua, per favore, e mi dica se è ben allacciato dietro al suo computer".
"Non posso raggiungerlo".
"Uh huh. Potrebbe provare a farlo?".
"No"
"Anche se si mettesse in ginocchio trovando qualcosa per appoggiarsi?"
"Oh non è possibile non ho la corretta angolazione; perché è buio"
"Buio?"
"Si, la luce dell'ufficio è spenta....e la sola luce che c'è proviene dalla finestra"
"Bene accenda la luce quindi"
"Non posso"
"Perché no?"
"Perché manca la corrente elettrica"
"Corrente... manca la corrente? Aha, va bene, risolviamo il problema! Lei ha ancora le scatole, i manuali e l'imballaggio di quando ha comperato il suo computer?".
"Si, le tengo nel ripostiglio".
"Bene, li prenda, imballi il suo computer come quando lo ha acquistato. Poi lo riconsegni al negozio".
"Veramente? Perché, è un cattivo acquisto?"
"Ho paura di si".
"Ho capito, ma cosa dovrei dire al negoziante?"

"Gli dica che lei è troppo stupido per possedere un computer!"

mercoledì 8 ottobre 2008

TIZIANO TERZANI - LA FINE E' IL MIO INIZIO

Peccato che allo stato odierno i valori che ci vengono insegnati sono basati sulla competizione ,sull'egoismo, sull'egocentrismo ecc. i quali probabilmente ci porteranno verso l'autodistruzione.
Conosceremo la vera civiltà quando uomini come Terzani verranno presi come riferimento e non solo come una curiosità.
Ho letto questo libro.....da brivido!Bellissimo!!!

martedì 7 ottobre 2008

IL SENSO DELL'AMICIZIA

Che film ragazzi!!!!
Grande Lino!!!

mercoledì 1 ottobre 2008

lunedì 29 settembre 2008

COMPLIMENTI DOTTOR ROSSI




Sul circuito giapponese di Motegi (impianto di proprietà della Honda) Rossi ha condotto una gara magistrale: scattato non benissimo ha fatto sfogare gli avversari, poi ad 11 giri dalla fine ha salutato tutti spostando ancora più avanti il limite spazio temporale di cui la risultante è la velocità. Gli ultimi giri in solitaria, poi una volta tagliato il traguardo è passato subito alla cassa a riscuotere: il fan club ha portato fino a Motegi il notaio Ottavio Ottaviani che ha certificato con tanto di bollo l'Ottavo titolo iridato al Signor Valentino Rossi da Tavullia su Yamaha M1. Con il primo posto Rossi ha anche regalato il mondiale marche e quello team alla propria squadra, sicuramente orgogliosa di stappare lo champagne in casa della Honda.

P.S. Nella domenica sportiva di ieri abbiamo anche assistito alla fantastica vittoria del grande MILAN, mi spiace per l'inter, che comunque ha fatto una buona partita e mi spiace per il mio amico Massi l'interista.....FORZA MILANNN!!!!

giovedì 25 settembre 2008

ANEDDOTO...

Una donna bianca, di circa 50 anni, prende posto in classe economica di fianco ad un nero.
Visibilmente turbata, chiama la hostess.
"Che problema ha signora?" chiede l'hostess.
"Ma non lo vede?" risponde la signora "mi avete messo a fianco di un nero! Non sopporto di rimanere qui. Assegnatemi un altro posto".
"Per favore, si calmi" dice l'hostess "Perchè tutti i posti sono occupati. Vado a vedere se ce n'è uno disponibile".
L'hostess si allontana e ritorna qualche minuto più tardi.
"Signora, come pensavo, non c'è nessun altro posto libero in classe economica. Ho parlato col comandante e mi ha confermato che non c'è nessun posto, neanche in classe executive. Ci è rimasto libero soltanto un posto in prima classe."
Prima che la donna avesse modo di commentare la cosa, l'hostess continua: "Vede, e' insolito per la nostra compagnia permettere a una persona con biglietto di classe economica di sedersi in prima classe. Ma, viste le circostanze, il comandante pensa che sarebbe scandaloso obbligare qualcuno a sedersi a fianco di una persona sgradevole".
E, rivolgendosi al nero, l'hostess prosegue: "Quindi, signore, se lo desidera, prenda il suo bagaglio a mano che un posto in prima classe la attende..."


Un grazie di cuore a Massi per avermelo consegnato..
Il premio "Blog vitaminico A.C.E." è una targa, un riconoscimento di stima e apprezzamento per lo stile, la grafica, i contenuti e l' energia che il premiato trasmette con il suo blog.
Per saperne di più, leggete il regolamento.

mercoledì 24 settembre 2008

BARZELLETTA ...SILVIO



Un napoletano va in vacanza in Terra Santa con la moglie e incontra Silvio Berlusconi.

Mentre sono in vacanza, Berlusconi muore.

Il napoletano, allora, essendo l`unico Italiano presente, si reca con la moglie da un becchino del posto per espletare le necessarie pratiche mortuarie.

Il becchino spiega loro che possono trasportare il corpo in patria per 10.000 dollari, oppure seppellirlo in Terra Santa per la modica somma di 50 dollari.

Il napoletano dopo aver riflettuto un pò, esclama: “Lo portiamo a casa !!”

E il becchino: ” Ne siete sicuri? ” È una grossa spesa e potreste fare per molto meno, una bella sepoltura qui!”

Il napoletano risponde : ” Guardi, duemila anni fa hanno seppellito un
tizio qui, dopo 3 giorni è risorto! Meglio non rischiare……..”"

domenica 21 settembre 2008

RIFLESSIONE...

Nell'anno 1968 è bastata la potenza di due Commodore 64 per lanciare con successo una navicella sulla Luna. Nell'anno 2007 ci vogliono la potenza di un processore a 800 MHz e 512 Mb di RAM (requisiti minimi ufficiali) per utilizzare Windows Vista. Qualcosa deve essere andato storto.

giovedì 18 settembre 2008

IL SENSO DELLA VITA...

La vita non è un dovere ma un meraviglioso diritto....

martedì 16 settembre 2008

PREMIO BRILLANTE WEBMWS




Con grande onore ricevo il premio dal "blog di Massi". Ora come da regolamento tocca a me premiare e scelgo:

il blog di PinoMontinaro (vedi link amici)
il blog di Massi (ved link amici)
il blog di pieroricca (www.pieroricca.org )
immaginario collettivo (www.fabiomarzo.blogspot.com)
mark's blog (vedi link amici)
matteogennaro (vedi link amici)
blog di beppegrillo (www.beppegrillo.it)



Le regole sono le seguenti:1)Al ricevimento del premio bisogna scrivere un post mostrando il premio e citare il nome di chi ti ha premiato mostrando il link del suo bloglive.2)Scegli un minimo di 7 bloglive (o di più) che credi siano brillanti nei loro temi / o nei loro design. Esibire il loro nome e il loro link. Avvisare che hanno ottenuto il premio"Brillante webloglive".3) Facoltativo. Esibire la foto (il profilo) di chi ha premiato e di chi viene premiato nel tuo bloglive.

giovedì 11 settembre 2008

WORLD TRADE CENTER

...per non dimenticare...

mercoledì 10 settembre 2008

ILLUSIONE OTTICA




Cos'è?.....tutto è relativo....

EMOZIONI...

Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volare
e sdraiarsi felice sopra l'erba ad ascoltare
un sottile dispiacere
E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
dove il sole va a dormire
Domandarsi perche' quando cade la tristezza
in fondo al cuore
come la neve non fa rumore
e guidare come un pazzo a fari spenti nella notte
per vedere
se poi e' tanto difficile morire
E stringere le mani per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni
Uscir dalla brughiera di mattina
dove non si vede ad un passo
per ritrovar se stesso
Parlar del piu' e del meno con un pescatore
per ore ed ore
per non sentir che dentro qualcosa muore
E ricoprir di terra una piantina verde
sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa
E prendere a pugni un uomo solo
perche' e' stato un po' scortese
sapendo che quel che brucia non son le offese
e chiudere gli occhi per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
emozioni
tu chiamale se vuoi
emozioni

martedì 2 settembre 2008

VIVI LA VITA!!!

IL SENSO DELLA VITA.....LORUSSO

Ecco il senso della vita dal punto di vista del militare Lorusso Nicola interpretato da Abbatantuono, una commistione perfetta di serenità ed inquietudine ...

martedì 26 agosto 2008

BASTA STRAGI SULLE STRADE



L'altra notte ennesima STRAGE sulle strade, che ha coinvolto 9 ragazzi di cui 7 i morti e una ragazza lotta per sopravvivere!
Notizie che ti lasciano nella tristezza più assoluta, anche se non conosci i diretti interessati, ma che ti fanno fermare a pensare.... Ormai quando esci la sera con la macchina non sai più se riesci a tornare a casa sano e salvo. Ma ormai che si può fare?
Io dal canto mio ho deciso di far partire un'iniziativa dal mio blog, dove chiunque è libero di parteciparvi, certo non è che voglio risolvere la questione, ma magari farvi fermare un attimo a riflettere; riflettere sul fatto che quando prendiamo la macchina, non stiamo giocando alla playstation, ma che ci troviamo nella VITA REALE!!
fonte:matteogennaro.blogspot.com

sabato 16 agosto 2008

IL SENSO DELLA VITA......

.......Non farsi investire da un treno........

THE SECRET....IL FILM

Dopo avervi postato il trailer del film oggi vi do l'opportunità di vedere qualche minuto del film....THE SECRET....Il segreto che cambierà la tua vita......

PENSIERI DEL GRANDE MAESTRO DI VITA...TIZIANO TERZANI

Bisognerebbe vedere meno televisione che spegne le coscienze e stare di più nel silenzio che allena la mente...
Finirai per trovarla la via, se prima hai il coraggio di perderti...

venerdì 1 agosto 2008

IL PENSATORE INDIANO

Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli: "Perchè le persone gridano quando sono arrabbiate?"
"Gridano perchè perdono la calma" rispose uno di loro.
"Ma perchè gridare se la persona sta al suo lato?" disse nuovamente il pensatore.
"Bene, gridiamo perchè desideriamo che l'altra persona ci ascolti" replicò un altro discepolo.
E il maestro tornò a domandare: "Allora non è possibile parlargli a voce bassa?"
Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore.
Allora egli esclamò: "Voi sapete perchè si grida contro un'altra persona quando si è arrabbiati? Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare. Quanto più arrabbiati sono tanto più forte dovranno gridare per sentirsi l'uno con l'altro. D'altra parte, che succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perchè? Perchè i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è piccola. A volte sono talmente vicini i loro cuori che neanche parlano, solamente sussurrano. E quando l'amore è più intenso non è necessario nemmeno sussurrare, basta guardarsi. I loro cuori si intendono. E' questo che accade quando due persone che si amano si avvicinano."
Infine il pensatore concluse dicendo: "Quando voi discuterete non lasciate che i vostri cuori si allontanino, non dite parole che li possano distanziare di più, perchè arriverà un giorno in cui la distanza sarà tanta che non incontreranno mai più la strada per tornare."

venerdì 25 luglio 2008

DALAI LAMA: IL PROBLEMA DELL'OCCIDENTE....




È sorprendente vedere come in Occidente avete case grandissime e tuttavia famiglie piccolissime; avete infinite comodità e tuttavia pare che non abbiate mai tempo; potete viaggiare dappertutto nel mondo, tuttavia non vi passa per la testa di attraversare la strada per andare a trovare il vicino; avete più cibo di quanto potreste mai mangiarne, tuttavia ci sono persone che vivono una vita di stenti. Il grande problema dell'Occidente è che la gente è troppo presa da se stessa. Non penso che la gente sia diventata più egoista, ma la vita è diventata più facile e questo l'ha rovinata; ha meno capacità di adattamento, si aspetta di più, si paragona costantemente agli altri e ha troppa scelta, cosa che non apporta alcuna reale libertà.
(Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama - © copyleft perle.risveglio.net)

mercoledì 23 luglio 2008

LA DEBOLEZZA...




Pensieri sulla debolezza.....:

"DEBOLE" è chiunque faccia dipendere da qualcun altro, negli infiniti modi in cui è possibile, la sua propria felicità e più i generale la sua vita.
Forse siamo tutti un pò "deboli" , per un verso o per l'altro, ma qualcuno di certo esagera!!!

martedì 22 luglio 2008

SE LO ABBANDONI IL CANE SEI TU!

Le stime della LAV parlano di circa 140.000 animali abbandonati ogni anno. Anche se la cifra non riguarda solo il periodo estivo, con l'arrivo delle ferie assisteremo al sistematico abbandono di gatti, cani, e altri animali domestici sulle strade, nei boschi.

Ricordo che abbandonare un animale è un reato, che prevede l’arresto fino a un anno o l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro (art. 727 Cp).

Ricordo inoltre che esistono soluzioni alternative all'abbandono, esistono canili e gattili, pensioni per gli animali, e che l'abbandono per molti animali significa sofferenza e morte.Sia per i cani che per i gatti esistono campeggi, alberghi e altre strutture che permettono la presenza di animali, e che a volte mettono a disposizione anche attrezzature e spazi per alloggiare i nostri animali.

Usate i motori di ricerca: digitate il nome della località dove dovete passare le vacanze, e aggiungete alla parola "pensioni per cani" (o per gatti), oppure scegliete appunto la struttura in base alla disponibilità o meno di strutture di accoglienza. E soprattutto, usate la coscienza.

Inoltre Vi invito a vedere lo spot contro l'abbandono degli animali creato dall'amico salentino Pino, presente anche nei link amici di questo blog.

venerdì 18 luglio 2008

THE SECRET......IL LIBRO

E’ stato tramandato attraverso i secoli, desiderato ardentemente, nascosto, rubato e comprato per somme ingenti di denaro. Questo antichissimo Segreto era noto ad alcuni dei più grandi personaggi della storia: Platone, Galileo, Beethoven, Edison, Carnegie, Einstein, e ad altri inventori, teologi, scienziati e filosofi. Ora il Segreto sta per essere rivelato al mondo.

THE SECRET contiene la saggezza dei maestri del mondo moderno, uomini e donne che l'hanno usato per procurarsi ricchezza, salute e felicità. Mettendo in pratica la conoscenza del Segreto portano alla luce storie ammirevoli che riguardano la sconfitta della malattia, l’acquisizione di ingenti ricchezze, il superamento di ostacoli e il conseguimento di obiettivi da molti ritenuti irraggiungibili.

Prezzo: € 18,60
Pagine: 200 - Formato 13,9x17,7
ISBN 10: 8875078475
Prima edizione: Ottobre 2007
Traduttori: Silvia Nerini

venerdì 11 luglio 2008

MA CHE FILM LA VITA!

Grazie a mia madre per avermi messo al mondo
a mio padre, semplice e profondo
grazie agli amici per la loro comprensione
ai giorni felici della mia generazione
grazie alle ragazze, a tutte le ragazze...
Grazie alla neve bianca e abbondante
a quella nebbia, densa e avvolgente
grazie al tuono, pioggia e temporali
al sole caldo che guarisce tutti i mali
grazie alle stagioni, a tutte le stagioni...

Ma che film la vita tutta una tirata
storia infinita a ritmo serrato da stare senza fiato
Ma che film la vita, tutta una sorpresa
attore e spettatore tra gioia e dolore tra il buio ed il colore
Grazie alle mani che mi hanno aiutato
A queste gambe che mi hanno portato
Grazie alla voce che canta i miei pensieri
Al cuore capace di nuovi desideri
Grazie alle emozioni, a tutte le emozioni

Ma che film la vita tutta una tirata
storia infinita a ritmo serrato da stare senza fiato
Ma che film la vita, tutta una sorpresa
attore e spettatore tra gioia e dolore tra il buio ed il colore


venerdì 4 luglio 2008

OTTIMISMO & PESSIMISMO




UN PESSIMISTA VEDE LA DIFFICOLTA' IN OGNI OPPORTUNITA';
UN OTTIMISTA VEDE L'OPPORTUNITA' IN OGNI DIFFICOLTA'....
-Churchill-


Tu sei ottimista o pessimista???

giovedì 3 luglio 2008

UN SENSO...

Voglio trovare un senso a questa sera
anche se questa sera un senso non ce l'ha...

Voglio trovare un senso a questa vita
anche se questa vita
un senso non ce l'ha
voglio trovare
un senso a questa storia
anche se questa storia
un senso non ce l'ha

voglio trovare
un senso a questa voglia
anche se questa voglia
un senso non ce l'ha!
Sai che cosa penso
che se non ha un senso
domani arrivera'
domani arrivera' lo stesso

senti che bel vento
non costa mai tempo
domani un altro giorno arrivera'

voglio trovare un senso a questa situazio
ne
anche se questa situazione un senso non
ce l'ha!
Voglio trovare un senso
a questa condizione
anche se questa condizione un senso non
ce l'ha!

Sai che cosa penso
che se non ha un senso
domani arrivera'
domani arrivera' lo stesso
senti che bel vento
non costa mai tempo
domani un altro giorno arrivera'
domani un altro giorno ormai e è qua

voglio trovare un senso a tante cose
anche se tante cose
un senso non ce l'ha

lalalalalalalalalalalalalalalalalalala

domani arrivera'
domani arrivera'
lo stesso

senti che bel vento
non passa mai il tempo
domani un altro giorno arrivera'
domani un altro giorno arrivera'
domani un altro gior

mercoledì 2 luglio 2008

COM'E' IL VOSTRO CIELO???

Il cielo è seeeeeeeempre più blu.......

lunedì 30 giugno 2008

ECCOCI A META' ANNO



Arrivati a metà anno c'è chi fa le prime considerazioni, tra quelle che sento di più dalla gente da me frequentata sento molta negatività, certo, la tv e i telegiornali sono ormai un misto tra realtà e terrorismo psicologico.
Ma la realtà è che la forbice tra i ricchi e i poveri si allarga sempre più, i poveri? Sempre più poveri!!
I ricchi? Sempre più ricchi!!
Il mercato del lusso tira sempre più e l'artigianato locale sempre meno.
Che fare allora?
Teniamo duro aspettando tempi migliori, speriamo già dalla seconda metà di quest'anno che sta mettendo a dura prova i più...
Cerchiamo di non pensare al detto..."Toccato il fondo si scava" ma piuttosto pensiamo al detto...."Non può piovere per sempre".
Cerchiamo di semplificare il più possibile la nostra vita fissiamo le nostre personali priorità i nostri personali obiettivi e cerchiamo di soddisfare il tutto al meglio...e poi.....che sia quel che sia.....

mercoledì 25 giugno 2008

LA POSITIVITA'



A volte capita nella vita di smarrirsi e di non sapere più quale sia la strada giusta da percorrere.
Magari le scelte fatte con convinzione ci appaiono sbagliate, e ci sentiamo di aver buttato tempo prezioso per cose che adesso non hanno più senso.
Anche a me è capitato, e ho sofferto tanto.
Però proprio dalla sofferenza dobbiamo riuscire a tirare fuori quella grinta e quella energia necessaria per risollevarci.
Il mio è un invito a tutti quelli che in questo momento soffrono, per qualunque motivo..
A chi è rimasto deluso per il fallimento di un amore in cui credeva, a chi soffre per la fine di un amicizia fraterna, a chi è "arrabbiato" con il mondo perché si sente escluso e emarginato..
Insomma a tutti quelli che dentro il cuore sentono la tristezza della solitudine e l'amarezza per una esistenza travagliata.. io dico.. CORAGGIO!
Bisogna guardare avanti con positività e voglia di vivere.. sorridere e pensare che tutto nella vita ha un senso e se a volte capitano delle cose spiacevoli, vuol dire che dietro l'angolo ci aspettano altre cose positive e belle.. basta aver il coraggio di guardare avanti e non chiudersi in sé stessi.

martedì 24 giugno 2008

ALTI E BASSI DELLA VITA



LA VITA HA ALTI E BASSI.
La vita ha momenti di pura adrenalina e momenti difficili da superare.
La vita è bella e brutta.
La vita ha diritti e doveri.
Godete dei bei momenti perchè oltre il piacere, la vita è composta anche da sofferenza, tanta sofferenza da accettare.
La vita è bella quando riesci a goderti ogni singolo momento con la persona che ami, ma è brutta quando ciò che odi ti sta vicino e ciò che ami ti è lontano.
La vita ha diritti ma solo dopo aver svolto i doveri.
LA VITA HA ALTI E BASSI...

lunedì 23 giugno 2008

HO IMPARATO...

Ho imparato... Che nessuno è perfetto ...finché non ti innamori.
Ho imparato... Che la vita è dura ..... ma io di più!!!
Ho imparato... Che le opportunità non vanno mai perse...quelle che lasci andare tu... le prende qualcun altro.
Ho imparato...Che quando serbi rancore e amarezza...la felicità va daun'altra parte. Ho imparato...Che bisognerebbe sempre usare parole buone... perché domani forse si dovranno rimangiare.
Ho imparato... Che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato... Che non posso scegliere come mi sento... ma posso sempre farci qualcosa.
Ho imparato... Che quando tuo figlio appena nato, tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno, ti ha agganciato per la vita.
Ho imparato... Che tutti vogliono vivere in cima alla montagna....ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato... Che bisogna godersi il viaggio e non pensare solo alla meta.
Ho imparato... Che è meglio dare consigli solo in due circostanze...quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
Ho imparato... Che meno tempo spreco... più cose faccio.

sabato 21 giugno 2008

NIENTE PAURA...

A parte che gli anni passano per non ripassare più
e il cielo promette di tutto ma resta nascosto lì dietro il suo blu
ed anche le donne passano qualcuna anche per di qua
qualcuna ci ha messo un minuto
qualcuna è partita ma non se ne va

Niente paura, niente paura
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così...
Niente paura, niente paura
niente paura, si vede la luna perfino da qui.

A parte che ho ancora il vomito per quello che riescono a dire
Non so se son peggio le balle oppure le facce che riescono a fare.
A parte che i sogni passano se uno li fa passare
alcuni li hai sempre difesi altri hai dovuto vederli finire

Niente paura, niente paura
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così...
Niente paura, niente paura
niente paura, si vede la luna perfino da qui.

Tira sempre un vento che non cambia niente
mentre cambia tutto sembra aria di tempesta.
Senti un po' che vento forse cambia niente
certo cambia tutto sembra aria bella fresca.

A parte che i tempi stringono e tu li vorresti allargare
e intanto si allarga la nebbia e avresti potuto vivere al mare.
Ed anche le stelle cadono alcune sia fuori che dentro
per un desiderio che esprimi te ne rimangono fuori altri cento.

Niente paura, niente paura
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così...
Niente paura, niente paura
niente paura, si vede la luna perfino da qui.

Niente paura, niente paura.

martedì 17 giugno 2008

COMBATTERE L'ANSIA



Come promesso oggi parleremo dei rimedi possibili contro l'ansia.
Al di là della terapia farmacologica e della psicoterapia, la cui efficacia è stata dimostrata, esistono molti rimedi più semplici che chiunque può praticare a casa propria. Tra questi le tecniche di rilassamento, che richiedono uno sforzo limitato e possono essere utilizzate in qualsiasi momento. Queste tecniche rappresentano una risposta naturale e fisiologica allo stress; possono verificarsi anche quando non si è coscienti di queste reazioni del nostro corpo. Il rilassamento viene definito come uno stato psicofisico nel quale l'individuo si sente sollevato dalla tensione. Raggiungere uno stato di rilassamento significa quindi essere in grado di controllare il livello di attivazione fisiologica, in modo tale da creare i presupposti per liberarsi dalla tensione.Quando lo stress e l'ansia condizionano il normale funzionamento dell'organismo il rilassamento può essere utile al fine di ristabilire l'equilibrio.
Per iniziare e per non fare confusione oggi vedremo uno dei molteplici metodi per combattere l'ansia ovvero il metodo della "respirazione controllata":
Le tecniche risultano più efficaci se praticate ad occhi chiusi.
ESERCIZIO 1: RESPIRAZIONE CONTROLLATA



Chiudi gli occhi;


Fai un respiro profondo, contando mentalmente e lentamente fino a tre;


Spingi l'aria inspirata verso la pancia, e via via sempre più su fino a riempire completamente i polmoni;


Trattieni il respiro per circa tre secondi;


Non avere fretta, prenditi il tuo tempo;


Espira lentamente contando fino a cinque;


Non forzare eccessivamente il respiro, ma mantienilo fluido e regolare;


Ripeti l'operazione;


Concentra l'attenzione su quel punto della pancia che si alza e seguilo su fino al torace;


Utilizza il naso per inspirare, la bocca per espirare;


Mentre espiri cerca di liberare la mente da problemi e preoccupazioni;


Fai scorrere via i pensieri insieme all'aria che esce dal tuo corpo;


Mantieniti calmo e rilassato;


Concentrati sulla respirazione e prova a ripetere l'esercizio per dieci minuti;


Se ti concentri sulle fasi della respirazione non verrai assalito da pensieri spiacevoli.
Per iniziare e per non fare co

giovedì 12 giugno 2008

E ADESSO CHE TOCCA A ME...

E adesso che sono arrivato
Fin qui grazie ai miei sogni
Che cosa me ne faccio
Della REALTÀ

Adesso che non ho
Più le mie illusioni
Che cosa me ne frega
Della VERITÀ

Adesso che ho capito
Come va il mondo
Che cosa me ne faccio
Della SINCERITÀ
E adesso
E adesso

E adesso che non ho
Più il mio motorino
Che cosa me ne faccio
Di una macchina

Adesso che non c’è
Più Topo Gigio
Che cosa me ne frega
Della Svizzera

Adesso che non c‘è
Più brava gente
E tutti son più furbi
Più furbi di me

E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME
E ADESSO CHE TOCCA A ME

martedì 10 giugno 2008

L'ANSIA...




Vi capita a volte (o spesso?) di provare disagio, tensione, apprensione nell'affrontare il mondo d'oggi? Se è così, rassicuratevi: non siete i soli! L'ansia sta divenendo uno stato d'animo diffusissimo: tra persone di tutte le età e tutte le condizioni, dal professionista affermato al giovane, dall'insegnante alla casalinga.

Veri e propri "attacchi di panico" possono coglierci nelle occasioni più comuni: prima di una riunione o di un colloquio con un superiore, nell'attesa di un esame, quando si deve parlare in pubblico, prima di una visita medica...

Sino a non molto tempo addietro si credeva che l'ansia fosse una reazione sfuggita al nostro controllo e si dava importanza soprattutto alle emozioni: le famose "mani sudate", le palpitazioni, i tremori.

Secondo le ricerche più recenti, invece, l'ansia è un'immaginazione di pericolo. Come diceva Franklin D. Roosvelt "L'unica paura di cui dobbiamo aver timore è la paura in se stessa". In altre parole sono i pensieri e le immagini di pericolo che attivano lo stato d'ansia. Così, se dominiamo i pensieri e le immagini, possiamo superare l'ansia.
fonte:francoangeli.it

Ma non temete presto troverete sul blog alcune tecniche per dominare l'ansia.

giovedì 5 giugno 2008

ILLUSIONE OTTICA...



Fissa per 30 secondi i 4 puntini al centro della figura, dopodichè guarda il soffitto e apri e chiudi velocemente e ripetutamente gli occhi.......CHI VEDI????

martedì 3 giugno 2008

Addio

Nell'anno '99 di nostra vita
io, Francesco Guccini, eterno studente
perché la materia di studio sarebbe infinita
e soprattutto perché so di non sapere niente,
io, chierico vagante, bandito di strada,
io, non artista, solo piccolo baccelliere,
perché, per colpa d'altri, vada come vada,
a volte mi vergogno di fare il mio mestiere,

io dico addio a tutte le vostre cazzate infinite,
riflettori e paillettes delle televisioni,
alle urla scomposte di politicanti professionisti,
a quelle vostre glorie vuote da coglioni...

E dico addio al mondo inventato del villaggio globale,
alle diete per mantenersi in forma smagliante
a chi parla sempre di un futuro trionfale
e ad ogni impresa di questo secolo trionfante,
alle magie di moda delle religioni orientali
che da noi nascondono soltanto vuoti di pensiero,
ai personaggi cicaleggianti dei talk-show
che squittiscono ad ogni ora un nuovo "vero"
alle futilità pettegole sui calciatori miliardari,
alle loro modelle senza umanità
alle sempiterne belle in gara sui calendari,
a chi dimentica o ignora l'umiltà...

Io, figlio d'una casalinga e di un impiegato,
cresciuto fra i saggi ignoranti di montagna
che sapevano Dante a memoria e improvvisavano di poesia,
io, tirato su a castagne ed ad erba spagna,
io, sempre un momento fa campagnolo inurbato,
due soldi d'elementari ed uno d'università,
ma sempre il pensiero a quel paese mai scordato
dove ritrovo anche oggi quattro soldi di civiltà...

Io dico addio a chi si nasconde con protervia dietro a un dito,
a chi non sceglie, non prende parte, non si sbilancia
o sceglie a caso per i tiramenti del momento
curando però sempre di riempirsi la pancia
e dico addio alle commedie tragiche dei sepolcri imbiancati,
ai ceroni ed ai parrucchini per signore,
alle lampade e tinture degli eterni non invecchiati,
al mondo fatto di ruffiani e di puttane a ore,
a chi si dichiara di sinistra e democratico
però è amico di tutti perché non si sa mai,
e poi anche chi è di destra ha i suoi pregi e gli è simpatico
ed è anche fondamentalista per evitare guai
a questo orizzonte di affaristi e d'imbroglioni
fatto di nebbia, pieno di sembrare,
ricolmo di nani, ballerine e canzoni,
di lotterie, l'unica fede il cui sperare...

Nell'anno '99 di nostra vita
io, giullare da niente, ma indignato,
anch'io qui canto con parola sfinita,
con un ruggito che diventa belato,
ma a te dedico queste parole da poco
che sottendono solo un vizio antico
sperando però che tu non le prenda come un gioco,
tu, ipocrita uditore, mio simile...
mio amico...
testo e musica Francesco Guccini)

venerdì 30 maggio 2008

DALAI LAMA: IL PROBLEMA DELL'OCCIDENTE...



È sorprendente vedere come in Occidente avete case grandissime e tuttavia famiglie piccolissime; avete infinite comodità e tuttavia pare che non abbiate mai tempo; potete viaggiare dappertutto nel mondo, tuttavia non vi passa per la testa di attraversare la strada per andare a trovare il vicino; avete più cibo di quanto potreste mai mangiarne, tuttavia ci sono persone che vivono una vita di stenti. Il grande problema dell'Occidente è che la gente è troppo presa da se stessa. Non penso che la gente sia diventata più egoista, ma la vita è diventata più facile e questo l'ha rovinata; ha meno capacità di adattamento, si aspetta di più, si paragona costantemente agli altri e ha troppa scelta, cosa che non apporta alcuna reale libertà.
(Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama - © copyleft perle.risveglio.net)

giovedì 29 maggio 2008

LA FEDE...




Quando nacqui trovai una coppa, la bevvi e, in fondo, trovai una perla: la giovinezza.
La giovinezza mi offrì una coppa scintillante, la bevvi e, in fondo, trovai un rubino: l’amore.
L’amore mi offrì una coppa stupenda, la bevvi e, in fondo, trovai un diamante: il dolore.
Anche il dolore mi porse la sua coppa, disperato, la bevvi fino all’ultima goccia.
Oh, gioia suprema! In fondo, trovai Dio!

(da Amcizia GIFS)

Perché quasi sempre troviamo Dio nel Dolore?

Perché Lo cerchiamo soltanto nella sofferenza; nella gioia invece ci dimentichiamo di Lui, non lo facciamo partecipare alla nostra felicità che preferiamo condividere con tutti tranne che con Lui, mentre nessuno vuol condividere con noi il nostro dolore, restiamo soli, allora ci ricordiamo che Dio esiste ...per chiederGli l'impossibile o incolparLo del naturale.

fonte:frateantonio.splinder

P.S.
Dopo il mese intero dell'estate scorsa passata in un reparto dell'ospedale di Monza posso assicurarvi che l'80% delle persone che entravano ricoverate in ospedale bestemmiando uscivano credenti.....
meditate gente....meditate......

mercoledì 28 maggio 2008

SERENITA'

Coi segni della vita addosso cambiamo realtà:
ci nascondiamo in quel che adesso chiamiamo maturità.
Eppure si vorrebbe riavvolgere la vita
e certe volte sento che la magia è finita,

quando ascolto una canzone di qualche anno fa
o passano in televisione vecchie pubblicità;
se ripenso a come sapevo anche aspettare
e adesso non c’è il tempo nemmeno di parlare.

Poi a volte fermo il mondo, si, e in quelle sere affondo.

C’eri tu serenità ora chissà in che cielo sarai.
Perché non voli più qua? Mi rivedrai, tu non mi perderai.

Ed ora che è di nuovo agosto là fuori, chissà,
qualcuno ha preso il nostro posto persi in questa città.
E resto qui a pensare che forse era migliore
il tempo in cui eravamo noi in quella situazione.

No, perché io mi nascondo? So che non ci credo in fondo.

C’eri tu serenità ora chissà in che cielo sarai.
Perché non voli più qua? Mi rivedrai, tu non mi perderai.

Ma una bella giornata s’è accesa da sé
un amico per strada: “ti ricordi di me?”.
Parliamo e sullo sfondo colori che non vedo mai
e adesso guardo intorno ti cerco e so che arriverai.

Dove vai, serenità? Fermati qua, non andartene dai.
Chiudi le ali e chissà, se riuscirò a non perderti mai
C’eri tu serenità.
Chiudi le ali e chissà, mi rivedrai
tu non mi perderai, non mi perderai
nek-nella stanza 26

martedì 27 maggio 2008

LO ZEN......





zen :scuola religiosa buddista, diffusa in Giappone dalla Cina alla fine del XII sec., che sostituisce allo studio sistematico e razionale l'illuminazione interiore, considerata come il fondamento della saggezza.

Il termine "Giardino Zen" viene attribuito quasi esclusivamente al giardino secco, in giapponese Karesansui. Questo tipo di giardino ha origine all'epoca dell' avvento del buddismo Zen, verso la fine del VI secolo. Lo stile venne poi perfezionato nei templi e nei monasteri Zen, come ausilio per la meditazione, la contemplazione e la preghiera dei monaci, fino a raggiungere l'apice verso la fine del periodo Muromachi nel XVI secolo. Questo tipo di giardino rinuncia a tutte le possibilità decorative per favorire l'attività meditativa. Per quanto a prima vista potrebbe non sembrare così, anche in questi giardini la natura è protagonista: vengono utilizzate sabbia e rocce per simboleggiare acqua, montagne e isole estremizzando i concetti minimalisti del buddismo Zen.
Le pietre sono riunite in gruppi e disposte con grande cura. La sabbia deve essere accuratamente rastrellata per produrre disegni geometrici: attorno alle pietre che simboleggiano le isole vengono creati disegni e cerchi concentrici per simulare le onde del mare.
Le dimensioni del Giardino Zen sono contenute e preferibilmente vi deve essere un muro di cinta. Vi devono essere punti di osservazione ben studiati, e l' accesso deve avvenire solo per rastrellare la sabbia.Nella forma più pura di Giardino Zen le piante non vengono utilizzate: l'unico vegetale consentito è il muschio. In alcuni karesansui si utilizzano anche elementi quali ponti, lanterne e sentieri di Tobi (pietre di camminamento).I Giardini Zen sono quindi usati come opere d' arte o rappresentazioni dei principi Zen. Spesso sono affiancati ad un giardino tradizionale ricco di piante macro bonsai e di azalee.
Da qualche tempo sono molto di moda i Giardini Zen in miniatura, chiamati Bonseki. Essi sono realizzati su piccoli vassoi dove vengono disposti sabbia e pietre che riproducono le grandi pietre dei Giardini Zen. Il Bonseki dev'essere anch'esso rastrellato con le tecniche del Karesansui.
fonte:www.wikipedia.org

lunedì 26 maggio 2008

IL SENSO DELLA VITA




di: Lilly Wolff

Il 30% dei casi di depressione si producono quando la gente si rende conto che la vita non ha senso. Così lo dichiarano esperti in logoterapia della scuola psicologica fondata dal psichiatra austriaco Victor Frankl. “Il problema é che viviamo in un mondo nel quale è difficile trovare un senso alla vita, in primo luogo perché la scuola, la famiglia e la società stessa non ci hanno insegnato a cercarlo”. Lo afferma Óscar Ricardo Oro, presidente della fondazione argentina di logoterapia, che venne in Colombia per esporre i principi di questa scuola di psicologia.

La origine ebrea di Frank, lo condusse a dover sopportare lunghi periodi in campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Sopravvisse a tutti applicando le teorie che già aveva sviluppato e che si fondano su principi molto semplici come “la vita, anche nei momenti peggiori, mai manca di senso”.

Lo psicologo argentino Claudio García sostiene che la logoterapia e più valida che mai, poiché la gente ha confuso questa ricerca con il conseguimento di beni materiali, il raggiungimento di posizioni sociali e il compimento di una serie di stereotipi nei quali ci incanalano sin dal momento che nasciamo. Il peggio é che raramente la gente osa ammettere, incluso a se stesso, che la vita che ha costruito non ha senso e pertanto è vuota.

Perché ?

Molti giovani captano questo controsenso: studiare in un collegio di prestigio, relazionare con gente importante, vestire abiti di tal marca, laurearsi per una carriera di prestigio, entrare al servizio di una buon'impresa, guadagnare tanti soldi, sposarsi e accumulare beni.

“In parte, la ribellione giovanile e una forma di opposizione a questo modello che vogliono loro imporre nella scuola e in casa. E dovere dei genitori e docenti riaffermare il loro ruolo e insegnare ai ragazzi la differenza fra ciò che è banale e ciò che non lo é, tra ciò che ha senso e ciò che non lo ha. Ispirarli,...” dice Oro.

Secondo questi esperti tra il 20 e il 30 per cento delle depressioni e ansietà che affliggono la gente si devono al vuoto che sentono nella loro vita. A queste persone si consiglia di farsi una domanda ordinatrice: Perché cosa ? Perché cosa ho fatto questo se nel fondo non sono stato felice?

“La maggior parte della gente si rende conto che ha sbagliato, ma non fa niente per cambiare strada, per timore di perdere quello che ha. Quando arrivano le crisi economiche gravi e si perdono i beni materiali, Cosa rimane ? In quei momenti l'unica cosa che aiuta a sopravvivere è una vita con senso”, afferma García.

Frasi per riflettere

- Se al chiedersi perché cosa, sì rende conto che andava per la strada sbagliata e sente che non può continuare per quella, unisca le forze e costruisca un piano di vita che la inspiri e lo persegua senza timore. La vita, alla fin fine, é un rischio permanente”.

- Facundo Cabral ha detto: “il conquistatore, per mantenere la sua conquista, diventa schiavo del conquistato”.

- L'essere o non essere di Amleto è valido: “essere uno di più o essere se stessi”.

- Accade, sopra tutto tra i funzionari pubblici, la doppia personalità: “hanno una morale per casa e famiglia e un'altra per il suo incarico. Predica ma non applica.”

- Urge riaffermare valori come l'onesta e l'integrità. Come trasmetterlo in una società che educa a partire dal controsenso, è una sfida per i genitori e i docenti”.

“Non importa chi siamo né in che condizione ci troviamo. Per piccolo che si sia avremo sempre un ruolo da svolgere nella vita”.

Fonte: El Tiempo

venerdì 23 maggio 2008

IL TRENO DELLA VITA




e...la ricerca del senso della vita....continua.......

lunedì 19 maggio 2008

LE PAROLE...ZEN




Nello zen è dal silenzio della meditazione che impariamo ad usare le parole, dopo un’ora di silenzio le parole escono dal profondo del nostro essere calme e consapevoli del loro pregnante significato. Imparare a tornare ad esprimere con consapevolezza ciò che sentiamo dentro la parola può avere un forte impatto di trasformazione in noi e negli altri, ma deve nascere dal profondo di una mente calma e libera. La parola è la forma sonora della nostra mente, del nostro Essere.
fonte:monasterozen.it

giovedì 15 maggio 2008

SITUAZIONE TIBETANA...



La cultura del Tibet, con i suoi valori di tolleranza e non violenza profondamente radicati nella popolazione, è un patrimonio dell'intera umanità .....che rischia di scomparire per sempre....

mercoledì 14 maggio 2008

ILLUSIONE OTTICA



E' UN TESCHIO O UNA DONNA DAVANTI ALLO SPECCHIO?
TUTTO E' RELATIVO!!!


Una illusione ottica è una qualsiasi illusione che inganna l'apparato visivo umano, facendogli percepire qualcosa che non è presente o facendogli percepire in modo scorretto qualcosa che è presente.

Le illusioni ottiche possono manifestarsi naturalmente o essere dimostrate da specifici trucchi visuali che mostrano particolari assunzioni del sistema percettivo umano.

In base al meccanismo che ne è causa quindi, si hanno tre categorie di illusioni:

ottiche, quando sono causate da fenomeni puramente ottici e pertanto non dipendenti dalla fisiologia umana;
percettive, in quanto generate dalla fisiologia dell'occhio. Un esempio sono le immagini postume che si possono vedere chiudendo gli occhi dopo avere fissato un'immagine molto contrastata e luminosa;
cognitive, dovute all'interpretazione che il cervello da delle immagini. Un caso tipico sono le figure impossibili e i paradossi prospettici.

martedì 13 maggio 2008

....SE




…se
saprai mantenerti calmo quando intorno a te tutti perderanno la testa e te ne
incolperanno;

…se
crederai in te stesso quando tutti dubiteranno, ma saprai comprendere il loro
dubbio e subito dissiparlo;

…se
saprai aspettare senza stancarti nell’attesa;

…se
calunniato non calunnierai e, odiato, non odierai;

…se
saprai sognare e non fare dei sogni i tuoi padroni;

…se
saprai pensare e non fare del pensiero il tuo unico scopo;

…se
saprai sopportare di sentire che quanto hai detto di giusto venga alterato per
combatterti e nuocerti;

…se
saprai assistere alla distruzione di ciò per cui hai dato la vita, e chino
saprai ricominciare;

…se
saprai costringere cuore, tendini e nervi a servire la tua volontà quando siano
sfiniti;

…se
saprai parlare con la gente e restare semplice o passeggiare con i re e
conservarti modesto;

…se
né avversari né amici avranno il potere di offenderti;

…se
ogni uomo avrà per te valore ma nessuno conterà troppo;

…se
saprai fare tutto questo, tuo sarà il mondo e quanto esso contiene e quel che
più importa, tu sarai finalmente un uomo, figlio mio…
Fr Kipling

lunedì 12 maggio 2008

NIENTE E' IMPOSSIBILE





PERLE DI RISVEGLIO




Se non seguite qualcuno vi sentite molto soli. E allora siate soli! Perché avete paura di star soli? Perché siete a faccia a faccia con voi stessi così come siete e vi trovate vuoti, ottusi, stupidi, sgradevoli, colpevoli, ansiosi - un'entità secondaria, scadente, di seconda mano. Affrontate questa realtà: guardatela, non fuggitela. Nel momento in cui fuggite comincia la paura.

In appoggio alla causa dei popoli tibetano e birmano, privati da lungo tempo da regimi autoritari e crudeli dei più elementari diritti civili, le perle di risveglio vengono inviate con labandiera del Tibet. Birmania libera! Tibet libero! Lunga vita ad Aung San Suu Kyi! Lunga vita al Dalai Lama!

fonte:(Krishnamurti - © copyleft perle.risveglio.net)

domenica 11 maggio 2008

PARAOLIMPIADI SEATTLE

La cosa importante nella vita va oltre il vincere per se stessi, la cosa importante in questa vita è aiutare gli altria vincere......insieme a noi, anche se comporta rallentare o cambiare la nostra corsa.



sabato 10 maggio 2008

PERLE DI RISVEGLIO



In appoggio alla causa dei popoli tibetano e birmano, privati da lungo tempo da regimi autoritari e crudeli dei più elementari diritti civili, le perle di risveglio vengono inviate con labandiera del Tibet. Birmania libera! Tibet libero! Lunga vita ad Aung San Suu Kyi! Lunga vita al Dalai Lama!

Perla di risveglio :
Che io possa trovare la serenità per accettare le cose che non posso cambiare; il coraggio per cambiare le cose che posso cambiare e la saggezza per distinguere le une dalle altre. Che io possa vivere un giorno alla volta, godendo di ogni istante, accettando le difficoltà come una via per la pace.








fonte:perle.risveglio.net

mercoledì 7 maggio 2008

VIOLENZA E PROPAGANDA POLITICA




Il ragazzo picchiato a Verona da un gruppo di naziskin per una sigaretta negata è morto. Faccio le mie condoglianze ai suoi genitori e spero che i colpevoli paghino per i loro crimini.
I partiti stanno già strumentalizzando la sua morte: è una morte di destra, come la morte della signora Reggiani per mano di un rom era una morte di sinistra.
La violenza sta diventando un alibi per orientare l’opinione pubblica e creare sempre nuovi mostri.

Il problema della violenza deriva dalla non punibilità della maggior parte dei reati, da una destabilizzazione della magistratura avvenuta durante i governi degli ultimi quindici anni.

La magistratura non ha mezzi materiali, né giuridici per intervenire effettivamente. E’ necessario cancellare le leggi vergogna, semplificare e accorciare l’iter processuale per ristabilire un corretto rapporto tra i cittadini e la giustizia.

Forse è arrivato il momento in cui nel Paese si inizi a discutere delle ragioni per le quali la giustizia è diventata inapplicabile e di chi sono i responsabili di questa situazione.
I cittadini non possono più essere presi in giro, da una parte si invoca la sicurezza, dall’altra si rende impossibile l’applicazione della pena.
fonte:antoniodipietro.it

lunedì 5 maggio 2008

08.08.08





08-08-08: inaugurazione delle Olimpiadi di Pechino.
Nel frattempo la questione tibetana è sempre più incandescente, tant’è che si è “saputo” che diciassette persone sono state condannate per gli scontri avvenuti in Tibet il 14 marzo 2008.
Le Pene inflitte sono state severissime e Soi’ nam un ventenne impiegato di un agenzia immobiliare e Norbu Basang un monaco buddista, sono stati condannati all’ergastolo dalla giustizia cinese. Il primo per aver dato fuoco a dei veicoli e lanciato pietre contro la polizia, il secondo per aver capeggiato un gruppo di ribelli religiosi, nell’assalto agli uffici governativi.
08-08-08 quel giorno gli unici a festeggiare saranno i collezionisti di filatelia.
Invia anche TU una e-mail di protesta all’Onu affinché faccia sentire la sua voce:
http://www2.beppegrillo.it/iniziative/free_tibet.php

Fonte:pinomontinaro.blogspot.com

mercoledì 30 aprile 2008

PAROLE SCONNESSE DEL SENATUR




Nei giorni scorsi ho più volte criticato duramente le dichiarazioni, al limite della legalità, di Umberto Bossi. Lascio spazio ad un comunicato stampa di un deputato dell'Italia dei Valori, Silvana Mura, per commentare le ultime dichiarazioni apparse poche ore fa del leader del Carroccio, dichiarazioni indegne di un rappresentante di un Paese democratico.

''Il botta e risposta tra Umberto Bossi e Francesco Caruso, infarcito di fucili pronti a sparare e minacce, fa accapponare la pelle. Il problema pero' e' che mentre, fortunatamente, Caruso non e' piu' in Parlamento, purtroppo Bossi sta per diventare ministro.
E' vero che Bossi sono anni che straparla e alle sue parole quasi mai, in ogni settore, sono seguiti i fatti, ma in un paese serio, un politico che avesse pronunciato anche una sola volta una frase come quella sui fucili, ("I fucili sono sempre caldi", dice, aggiungendo poi parole minacciose verso il Pd. "Non so cosa vuole la sinistra, noi siamo pronti, se vogliono fare gli scontri io ho trecentomila uomini sempre a disposizione, se vogliono accomodarsi". ) non avrebbe mai potuto fare il ministro. Figurarsi chi, come lui, continua a ripeterla provocatoriamente ad ogni pie' sospinto. E' davvero inaccettabile che si passi sopra a tutto questo grazie alla golden share che la Lega detiene nei confronti del futuro governo''.
fonte:antoniodipietro.it

giovedì 24 aprile 2008

PADRE PIO: E' IL GIORNO DELL'OSTENSIONE




Folla di fedeli a San Giovanni Rotondo
Saranno almeno in 15mila i fedeli provenienti da tutto il mondo arrivati a San Giovanni Rotondo per assistere alla celebrazione eucaristica per l'ostensione del corpo del frate di Pietrelcina. Numerosi anche i giornalisti con 93 testate accreditate. Il corpo del santo, dopo la ricognizione canonica dello scorso mese, è stato ricomposto in un'urna di cristallo per la venerazione da parte dei credenti.

Tutto è ormai pronto per quando alle 11 avrà inizio la messa celebrata dal prefetto della congregazione delle cause dei santi, cardinale Josè Saraiva Martins. Sul sagrato della nuova chiesa di San Pio sono state disposte 5.000 sedie. L'altare è stato decorato con ghirlande di fiori bianchi, gialli, rosa.

Le spoglie di San Pio sono state trattate, per consentirne l'esposizione, in un locale attiguo alla cripta. Probabile l'uso di una maschera speciale realizzata da esperti inglesi. I pellegrini si fermeranno davanti alla chiesa, riaperta dopo che i tecnici hanno messo a punto l'illuminazione e i percorsi (quello verde per le persone che hanno prenotato, quello rosso per chi non ha prenotato ed un altro ancora per i disabili) e poi proseguiranno fino al sagrato.

Un gruppo di 32 persone arriva addirittura dallo Sri Lanka. Partiranno poco prima della celebrazione. "Non importa se andiamo via - spiegano due fedeli - quello che importa è essere stati qui: provo una sensazione molto bella. Nella mia città, Nigomb, il 90% della popolazione è composta da cattolici e nella mia città c'è un frate cappuccino che ci ha fatto conoscere padre Pio, ci ha raccontato delle stimmate. Sono molto fortunato ad essere qui".

Al termine della messa il cardinale Josè Saraiva Martins e i concelebranti si recheranno in processione nella cripta del Santuario Santa Maria delle Grazie per pregare dinanzi al corpo di san Pio. Subito dopo la cripta verrà aperta al pubblico e finora sono 750.000 le prenotazioni.

Per i devoti di Padre Pio è una giornata di grande emozione, attesa da 40 anni, da quando il 23 settembre del 1968 Padre Pio morì. Il giorno prima aveva celebrato, alle cinque del mattino, seduto, la sua ultima messa. Alle 18 aveva impartito la benedizione alla folla radunata in chiesa, la sua ultima apparizione in pubblico.
fonte:tgcom.it

giovedì 17 aprile 2008

"PIRATI" IN AUTOSTRADA: ATTENZIONE AI FALSI INCIDENTI!




Essere derubati mentre si percorre l'autostrada? Sembra proprio che possa accadere.
Almeno è quello che ci segnala un lettore che racconta l'esperienza vissuta da un collega sulla Milano-Bergamo: « Sono scampato per un pelo ad un moderno assalto alla diligenza, in autostrada, nel tratto Bergamo - Milano, ore 10 del mattino. Modalità identiche: colpo sulla mia fiancata destra, tipo urto di specchietti in fase di sorpasso, e poi lampeggianti che non ti mollano finché non accosti. Mi sono salvato solo perché, dopo aver accostato in piazzola (Errore! Ma è veramente facile cascarci), ho bloccato le portiere e non sono sceso dall'auto, come venivo insistentemente invitato a fare per 'constatare il danno allo specchietto', messo in allarme dall'insistenza del personaggio che si era avvicinato a piedi al mio finestrino, e dall'aver intravisto una seconda persona, ancora sull'auto assalitrice, ma pronta a intervenire alle mie spalle appena fossi sceso. Io ero solo, loro erano in due, nessun'altro in giro, se non auto che sfrecciano a pochi metri.... Ho messo in moto e mi sono dato, letteralmente, alla fuga. Ovviamente lo specchietto non era danneggiato, ma la fiancata era segnata, come da una bastonata data quando, in sorpasso, le auto sono vicine, ma non si toccano.
Stesso commento della polizia stradale: succede MOLTO spesso; non fermatevi, se non in area di servizio presidiata, ma chiamateci al 113 col cellulare! State all'occhio e avvisate amici e colleghi: spero che non vi capiti, perché non è una bella esperienza».

Varese news ha contattato la Polizia autostradale di Seriate che ha smentito episodi di "pirateria", pur ammettendo che , qualche volta, è successo a cittadini stranieri, invitati ad accostare da falsi poliziotti che li hanno poi derubati. Anche in Autolaghi tempo fa, dice la Polizia, è stato registrato qualche caso di assalto, ma sono almeno tre anni che non ci sono più segnalazioni.
Quindi nessun allarme. Ma è bene vigilare

mercoledì 16 aprile 2008

BUONANOTTE ALL'ITALIA




BUONANOTTE ALL'ITALIA!
LUCIANO LIGABUE

Di canzone in canzone
di casello in stazione
abbiam fatto giornata
che era tutta da fare
la luna ci ha presi
e ci ha messi a dormire
o a cerchiare la bocca
per stupirci o fumare
come se gli angeli fossero lì
a dire che si
è tutto possibile

Buonanotte all’Italia deve un po’ riposare
tanto a fare la guardia c’è un bel pezzo di mare
c’è il muschio ingiallito dentro questo presepio
che non viene cambiato, che non viene smontato
e zanzare vampiri che la succhiano lì
se lo pompano in pancia un bel sangue così
Buonanotte all’Italia che si fa o si muore
o si passa la notte a volerla comprare
come se gli angeli fossero lì
a dire che si
è tutto possibile
come se i diavoli stessero un po’
a dire di no, che son tutte favole

Buonanotte all’Italia che ci ha il suo bel da fare
tutti i libri di storia non la fanno dormire
sdraiata sul mondo con un cielo privato
fra San Pietri e Madonne
fra progresso e peccato
fra un domani che arriva ma che sembra in apnea
ed i segni di ieri che non vanno più via
di carezza in carezza
di certezza in stupore
tutta questa bellezza senza navigatore
come se gli angeli fossero lì
a dire che si
è tutto possibile
come se i diavoli stessero un po’
a dire di no, che son tutte favole

Buonanotte all’Italia con gli sfregi nel cuore
e le flebo attaccate da chi ha tutto il potere
e la guarda distratto come fosse una moglie
come un gioco in soffitta che gli ha tolto le voglie
e una stella fa luce senza troppi perché
ti costringe a vedere tutto quello che c’è
Buonanotte all’Italia che si fa o si muore
o si passa la notte a volersela fare...
fonte:fabiomarzo.blogspot.com

giovedì 10 aprile 2008

COME FARE SOLDI GRAZIE AD INTERNET? LEGGI QUI....






Ti piacerebbe guadagnare in internet 24h su 24?
Clicca sul titolo del post!!!

http://segretidei7euro.com/?e=stephen.a@virgilio.it

FILOSOFIA DI VITA

Quando ti sembra di avere troppe cose da gestire nella vita , quando 24 ore in un giorno non sono abbastanza...

ricordati del vaso della maionese e dei due bicchieri di vino...



Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti alcuni oggetti, quando la classe incominciò a zittirsi prese un grande barattolo di maionese vuoto e lo iniziò a riempire di palline da golf; chiese poi agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi risposero che lo era.

Il professore allora prese un barattolo di ghiaia e la rovesciò nel barattolo di maionese, lo scosse leggermente e sassolini si posizionarono negli spazi vuoti tra le palline da golf.

Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi concordarono che lo era.
Il professore prese allora una scatola di sabbia e la rovesciò nel barattolo, ovviamente la sabbia si sparse ovunque all'interno.

Chiese ancora una volta se il barattolo fosse pieno e gli studenti risposero con un unanime "si".

Il professore estrasse quindi due bicchieri di vino da sotto la cattedra e rovesciò
il loro intero contenuto nel barattolo andando così effettivamente a riempire gli spazi vuoti nella sabbia; gli studenti risero.

"Ora", disse il professore non appena la risata si fu placata, voglio che consideriate questo barattolo come la vostra vita: le palle da golf sono le cose importanti; la vostra famiglia, i vostri bambini, la vostra salute, i vostri amici e le vostre passioni, le cose per cui, se anche tutto il resto andasse perduto, e solo queste rimanessero, la vostra vita continuerebbe ad essere piena


I sassolini sono le altre cose che hanno importanza come il vostro lavoro, la casa, la macchina...

La sabbia è tutto il resto, le piccole cose.




Se voi mettete nel barattolo la sabbia per prima non ci sarà spazio per la ghiaia e nemmeno per le palle da golf, lo stesso vale per la vita, se spendete tutto il vostro tempo e le vostre energie dietro le piccole cose non avrete più spazio per le cose che sono importanti per voi.
Prestate attenzione alle cose che sono indispensabili per la vostra felicità; giocate con i vostri bambini, godetevi la famiglia e genitori fin che ci sono.... portate il vostro compagno/a fuori a cena... e non solo nelle occasioni importanti !
Tanto ci sarà sempre tempo per pulire la casa o fissare gli appuntamenti.

Prendetevi cura per prima cosa delle palle da golf, ovvero delle cose che contano davvero.

Fissate le priorità... il resto è solo sabbia.



" Uno degli studenti alzò la mano e chiese cosa rappresentasse
il vino. Il professore sorrise: "Sono felice che tu l'abbia chiesto,
serve solo per mostrarvi che non importa quanto piena possa sembrare la
vostra vita, ci sarà sempre spazio per un paio di bicchieri di vino con
un amico"!!.