domenica 11 maggio 2008

PARAOLIMPIADI SEATTLE

La cosa importante nella vita va oltre il vincere per se stessi, la cosa importante in questa vita è aiutare gli altria vincere......insieme a noi, anche se comporta rallentare o cambiare la nostra corsa.



6 commenti:

Anonimo ha detto...

scusa, ma ti sei mai accorto che a seattle NON sono mai state svolte le paraolimpiadi????

Ste ha detto...

Caro utente nascosto dall'anonimato, informati bene perchè a seattle si siono svolte le paraolimpiadi
guarda il sito ufficiale di piuchepuoi o vai nei mille motori di ricerca presenti in rete e informati

http://www.piuchepuoi.it/riflessioni/paraolimpiadi.php

Anonimo ha detto...

a parte che non mi è chiaro a cosa mai potrebbe esserti utile il mio nome... comunque...capisco che il sito "più che puoi" sia una delle fonti più attendibili al mondo... ma sai com'è, lì riporta la stessa identica storiaccia inventata riportata anche su questo blog.

http://it.wikipedia.org/wiki/Giochi_Paralimpici

qui, trovi TUTTE le edizioni dei giochi paralimpici o paraolimpici che dir si voglia e vedrai che seattle NON c'è!

Anonimo ha detto...

http://www.disabili.com/content.asp?Subc=9435&L=1&idMen=72


seattle non c'è.

Anonimo ha detto...

Evidentemente Stefano ha visto il video, gli è piaciuto e l'ha pubblicato... Nulla di male, la storia è bellissima... fosse vera lo sarebbe ancora di più, purtroppo ha ragione l'utente anonimo che mi ha preceduto... magari informarsi meglio prima sarebbe una buona abitudine... ci sono già troppe persone che vanno in giro a raccontare leggende metropolitane, non ne servono altri.

Anonimo ha detto...

che sia vero oppure no...posso garantire,per esperienza personale, che: 9 disabili su 10 hanno un cuore;10 persone sane su dieci hanno solo una parte anatomica.la morale di questa "leggenda metropolitana" risiede nel fatto che noi persone sane siamo fortunati,loro lo sono molto di piu.se stessimo piu a contatto con loro potremmo addirittura apprendere che significa vivere davvero..."ad una candela accesa non costa nulla accendere un'altra candela"(questo vuole dirci il video)