venerdì 28 novembre 2008

WALDEN



Walden, ovvero La vita nei boschi è il resoconto dell'avventura dell'autore, Henry David Thoreau, che dedicò ben due anni (1845-1847) della propria vita nel cercare un rapporto intimo con la natura e insieme ritrovare sé stesso in una società che non rappresentava ai suoi occhi i veri valori da seguire, ma solo l'utile mercantile.

Il suo è stato un esperimento, il suo obiettivo era quello di voler cercare la conciliazione dell'artista nel mondo naturale grazie all'ottimismo del vedere l'uomo come artefice del proprio destino e come essere dipendente da sensazioni ed emozioni.

Il libro fu scritto quasi interamente durante il soggiorno di Thoreau in una capanna, costruita in gran parte da solo, sulle sponde del lago Walden che si trova vicino alla cittadina di Concord (Massachusetts), USA.

Durante il suo soggiorno Thoreau descrive la propria vita, soprattutto negli ambiti naturalistici, soffermandosi su una descrizione dettagliata del lago e della zona in cui soggiornava, caratterizzata dalla presenza di numerosi laghi di media e piccola dimensione. Walden fu per Thoreau il libro di maggior successo, il testo fu riscritto ben sette volte prima della pubblicazione avvenuta nel 1854.

La sua è stata una prova di sopravvivenza ed insieme una testimonianza all'umanità: l'uomo riesce a vivere anche in condizioni di povertà materiale, e anzi, da queste può trarre una maggior felicità imparando ad apprezzare maggiormente le piccole cose.
fonte:wikipedia

4 commenti:

massi ha detto...

che bello il contatto con la natura,al giorno d'oggi siamo abituati ad avere troppo...certo resistere 2 anni non deve essere facile,una grande prova di resistenza..hola

Tetsu ha detto...

Permettimi. Che brutta cosa fare un copia/incolla da wikipedia per parlare di Thoreau e il suo libro. Potevi anche metterci qualcosa di tuo.

Puccina ha detto...

Secondo me non c'è niente di male a citare, segnalando la fonte. C'è utilità non solo nel creare testi originali, ma anche nel diffondere e segnalare le creazioni altrui, che poi è assolutamente nello spirito di wikipedia.
Poi c'è chi ha le capacità e/o la voglia di creare e c'è chi no, o su una cosa si è più ispirati che nell'altra... ma si vuole comunque scrivere per comunicare il proprio interesse per un argomento. Alcuni per esempio fanno un post per metterci dentro solo un'immagine o un video preso dalla rete, e allora?
Insomma, brutte cose sono altre...

Ste ha detto...

Hai espresso ottimamente il mio pensiero.
Non sempre il messaggio che voglio "far passare" ha bisogno di parole aggiunte.
Grazie Puccina