venerdì 13 luglio 2007

ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE

Dopo una querela ricevuta da Emilio Fede (clicca QUI per vedere il filmato integrale che ha avuto come conseguenza la querela).

E' il terzo giorno dalla censura del sito di Piero Ricca, cittadino informato che sputtana i politici in pubblico e per questo fa paura.
A quanto pare i responsabili del sequestro del blog di Piero sono andati contro l'articolo 21 della costituzione

ART. 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA:
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Cliccando QUI , invece, potrete vedere il video-appello di Piero Ricca girato in Galleria Vittorio Emanuele a Milano il 10 Luglio, giorno del sequestro.

Fate girare, parlatene, non è possibile che la censura arrivi, oltre che in televisione e carta stampata, anche in internet!

2 commenti:

sara ha detto...

Non lasciamo che ci tappino la bocca!

Anonimo ha detto...

Dobbiamo dare massima visibilità alla notizia non è possibile che facciano una censura su internet !
Bastardi
_Luca