mercoledì 30 maggio 2007

LA VIA DEL GAS

Domenica sera la trasmissione televisiva "REPORT" condotta da Milena Gabanelli ha registrato un record d'ascolti grazie all'inchiesta del giorno: "La via del gas".

Il gas presto diventerà la principale fonte energetica mondiale (anche a causa del suo minor impatto ambientale).Un terzo del gas del mondo giace nel sottosuolo dell’Ex Unione Sovietica e con lo sfruttamento di questa ricchezza, Putin (con la Gazprom, società di stato russo che detiene il monopolio del gas) conta di restituire alla Russia un ruolo di superpotenza mondiale.Già lo esercita: ricattando le Ex Repubbliche Sovietiche, può anche domare un’ Europa sempre più affamata di gas ed incapace di unione.Per l’Italia, l’interlocutore principale è l’Eni, che ha rapporti con la Russia già dai tempi di Mattei.La liberalizzazione del mercato del gas ha portato vantaggi al cittadino? Vedremo, di inconvenienti però ne trascina tanti.La ”Via del gas” è il percorso dal giacimento al rubinetto di casa nostra; tanti stati diversi attraversati, una ragnatela di tubi sotterranei che si sviluppa attraverso migliaia di chilometri, fino ad arrivare a San Donato Milanese, dove c’è la centrale operativa della SnamReteGas. La rete di distribuzione poi prosegue nelle mani delle municipalizzate. Un prodotto troppo prezioso e un mercato troppo grande per pretendere che sia anche trasparente.

Se vuoi vedere il video dell'inchiesta clicca QUI
Se vuoi leggere il tetso integrale dell'inchiesta clicca QUI
Fonte : Report

1 commento:

ignazio da bologna ha detto...

...è incredibile la burocrazia ci frega come e quando vuole!.....