giovedì 22 febbraio 2007

CRISI DI GOVERNO

Il governo Prodi, sembrava avere le idee chiare, sulla politica estera con il ritiro delle truppe , sulla ripresa economica con le liberalizzazioni, sulle grandi opere nel paese.
Ad un tratto però tutto è cambiato, come se qualcuno avesse fatto un "lavaggio di cervello" al presidente del consiglio che ultimamente sembra guidato come un "burattino".
Dopo la crisi di governo di ieri alle ore 18 con la maggioranza battuta e le dimissioni di Prodi, speriamo in una riorganizzazione ed una vera ripresa ed un vero piano di governo da seguire.
Ma soprattutto speriamo che non torni il nano di Arcore con le sue "leggi ad personam" e il suo "conflitto di interessi", l'Italia avrebbe bisogno di persone che pensano al bene del paese e non ai loro interessi privati.
Comunque stamattina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha aperto le consultazioni al Quirinale ricevendo prima il presidente del senato Marini poi il presidente della camera Bertinotti.
La giornata più importante comunque sarà domani, quando avrà inizio il percorso istituzionale per dare una soluzione alla crisi di governo, il capogruppo dell'Ulivo alla Camera Franceschini ha detto che sono pronti a dare la loro piena fiducia al governo Prodi, anche se consapevoli della crisi. Il Premier, a sua volta ha detto che vuole un sostegno pieno, una maggioranza unita o non se ne fa niente. Silvio Berlusconi, invece ha detto che questa è una grande umiliazione internazionale per il paese.......a voi i commenti.

5 commenti:

Stefano Amato ha detto...

Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

cristiano saleri ha detto...

adesso si che mi tocco le balle, scappo dall' Italia. Ciao a tutti.

cris

cristiano saleri ha detto...

adesso si che mi tocco le balle, scappo dall' Italia. Ciao a tutti.

cris

Giovanna ha detto...

Se qualcuno crede nei miracoli, questo è il momento di votarsi al Santo protettore degli italiani.
Giovanna

Artemisia ha detto...

Sono d'accordo con te. Se torna la destra e' la fine.
Ciao,